Difterite - sintomi e trattamento

La difterite è diventata rara in Germania. Tuttavia, non è completamente sradicato, come il vaiolo. Principalmente è importato viaggiando in paesi dell'Europa dell'Est o in paesi del Terzo Mondo. La difterite è una malattia infettiva batterica altamente contagiosa che inizia con l'infiammazione delle vie respiratorie. Se non viene trattato in tempo o non viene trattato, può essere fatale. Viene trasmesso dal "Corynebacterium diphtheriae" che forma tossine (tossinogeno) per infezione da goccioline, quindi quando si tossisce, si starnutisce e si parla, molto raramente anche per infezioni da striscio. Il batterio provoca una distruzione tissutale locale e produce un veleno che agisce sul cuore e sul sistema nervoso (tossina).

Difterite in Germania

In Germania, le persone non hanno sentito parlare di difterite per molto tempo. L'ultima grande epidemia (picco tra il 1942 e il 1945) si è conclusa negli anni '60. Mentre 4.302 persone morirono di difterite negli anni '50, ce ne furono solo 273 negli anni '60. Grazie agli alti tassi di vaccinazione nell'infanzia, sono stati segnalati solo casi isolati dal 1984.

A causa della raccolta, tuttavia, è apparso più frequentemente negli ultimi anni. È per lo più portato da viaggiatori che sono stati in paesi dell'Europa dell'Est o del Terzo Mondo.

Tempo di incubazione di difterite

Il periodo di incubazione è in genere da due a cinque giorni. Le persone colpite sono contagiose, a patto che sia possibile rilevare l'agente patogeno nelle secrezioni e nelle ferite. Nel caso di non trattato, questo periodo è di due settimane, la malattia viene trattata con antibiotici, solo da due a quattro giorni.

Sintomi di difterite

Dopo un periodo di incubazione da uno a sei giorni, la malattia di solito inizia nella zona della gola con mal di gola e mal di gola, febbre e stanchezza. Sulle mandorle si formano i tipici depositi bianco-giallastri, le cosiddette pseudo-membranes. Caratteristico è un odore dolciastro, che può già essere percepito a una certa distanza.

Se la laringe viene attaccata, si aggiungono tosse abbaiante, raucedine e mancanza di voce (il cosiddetto "Krupp reale") e aumento della mancanza di respiro a causa del gonfiore delle mucose. Questi gonfiori rappresentano la vera minaccia alla vita, mentre il gonfiore laringeo è tipico del soffio (stridor). Nei neonati e nei bambini piccoli, c'è spesso un attacco del naso (difterite nasale) con sangue freddo purulento.

Una forma di difterite più rara è la difterite della pelle / ferita con ulcere cutanee e lesioni. Si verifica principalmente nei tropici, nei paesi occidentali soprattutto in alcuni gruppi di persone, ad esempio i senzatetto.

complicazioni

Con il sangue, le tossine possono anche essere trasportate in organi situati lontano dal sito infiammatorio, come cuore, fegato o reni. Questo può portare a complicazioni potenzialmente letali. I più importanti sono oltre al restringimento delle vie respiratorie, l'infiammazione del muscolo cardiaco e del sistema nervoso. Complicazioni meno comuni comprendono insufficienza renale, encefalite, infarto cerebrale ed embolia polmonare.

Diagnosi di difterite

Poiché la difterite è una malattia molto rara, molti medici non l'hanno mai vista prima. Nella fase iniziale, può essere facilmente confuso con tonsillite, laringite batterica o pseudo-Krupp. Se una persona ha avuto contatti con persone che provengono da un'area di difterite, o è stata lì da sé, il medico deve essere informato.

Poiché la terapia di successo dipende da una diagnosi rapida, il medico deve prima fare affidamento sui sintomi visibili. Al fine di garantire la diagnosi, un tampone faringeo è fatto e esaminato batteriologicamente in laboratorio. Tuttavia, i risultati del test sono attesi al più presto dopo 12 ore.

Trattamento di difterite

Il trattamento è già iniziato su sospetto. Al fine di neutralizzare la tossina, un antidoto (antitossina difterica) deve essere somministrato il più presto possibile. Inoltre, gli antibiotici (penicillina o eritromicina) vengono utilizzati per almeno dieci giorni. Di solito il paziente deve mantenere il riposo a letto rigoroso per 5-6 settimane.

Vaccinazione contro la difterite

La migliore prevenzione è la vaccinazione già nell'infanzia. Modalità di vaccinazione: dall'inizio del terzo mese di vita tre volte ad intervalli di 6-8 settimane (a seconda della combinazione del vaccino), la quarta vaccinazione si svolge dal 12 ° al 15 ° mese di vita. La vaccinazione di richiamo avviene a partire dai 6 anni e dai 10 ai 18 anni.

Ma anche in età adulta è possibile eseguire un'immunizzazione di base (con tre vaccinazioni) o una dose di richiamo in qualsiasi momento. Tuttavia, la malattia o il vaccino non lasciano un'immunità permanente. Secondo le raccomandazioni del comitato permanente per la vaccinazione (STIKO) presso l'Istituto Robert Koch, la vaccinazione dovrebbe essere effettuata in caso di immunizzazione primaria mancante o incompleta o se l'ultima vaccinazione di richiamo fosse avvenuta più di 10 anni fa.

Protezione dalle vaccinazioni quando si viaggia all'estero

La protezione vaccinale tra bambini piccoli e bambini in età prescolare è molto buona in Germania con oltre il 95%. Tuttavia, le dosi di richiamo raccomandate vengono spesso sospese. E anche gli adulti spesso non si preoccupano del loro ristoro ogni 10 anni. Pertanto, attualmente solo circa un terzo degli adulti ha anticorpi protettivi in ​​sicurezza. Pertanto, le vaccinazioni dovrebbero essere aggiornate prima di recarsi in una delle aree endemiche.

Importante: con un singolo aggiornamento - nel caso di una precedente vaccinazione primaria - viene ripristinata la protezione completa del vaccino. Se non è disponibile alcuna immunizzazione primaria, il viaggio in un'area infetta dovrebbe iniziare non prima della seconda vaccinazione.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento